Messi in forma di parola. Moneta, denari e mercato nei sermoni di Bernardino da Feltre (1493-1494)

Paolo EvangelistiASC5, Studi & ricercheLascia un commento

bernardino

L’articolo è l’esito di una ricognizione su una serie di omelie di Bernardino da Feltre. Esse consentono di comprendere come il Francescano pensi la moneta, ragioni sulle sue funzioni terrestri e su quelle celesti, offrendoci della moneta una concezione architetturale per la societas christiana. Il secondo fulcro di interesse emerge nella capacità di concettualizzare il mercato e di renderne apprezzabili … Continua a leggere

Paolo EvangelistiMessi in forma di parola. Moneta, denari e mercato nei sermoni di Bernardino da Feltre (1493-1494)

L’ombra del maestro: Trifone Gabriel

Vanni VeronesiASC5, Studi & ricercheLascia un commento

Painting; oil on canvas; overall: 47 x 60.7 cm (18 1/2 x 23 7/8 in.)..framed: 71.4 x 86 x 5.1 cm (28 1/8 x 33 7/8 x 2 in.);

Il presente contributo è il primo di una serie dedicata all’umanista Trifone Gabriel (San Polo di Piave 1470 – Venezia 1549), figura fra le più affascinanti e misteriose del Rinascimento italiano. Oggetto di queste pagine è il commento al De officiis di Cicerone (I 1,1-3,8) trasmesso dal codice S 78 Sup. della Biblioteca Ambrosiana di Milano, ff. 1r-11v: vengono forniti … Continua a leggere

Vanni VeronesiL’ombra del maestro: Trifone Gabriel

Note per una storia della pittura moderna e contemporanea a Oderzo

Roberto CostellaASC5, Studi & ricercheLascia un commento

vizzotto

Integrando la storia dei pittori di Oderzo con quella della pittura a Oderzo, il testo individua un percorso che ammette per alcune stagioni storiche un confronto con i coevi esiti artistici veneziani, talvolta, anche italiani ed europei. Restando insondabili i secoli basso-medievali, eloquenti testimonianze documentano il secondo Quattrocento e il Cinquecento nel centro e nel territorio opitergino: si tratta di … Continua a leggere

Roberto CostellaNote per una storia della pittura moderna e contemporanea a Oderzo

Una storia ancora da scrivere: i democristiani veneti nella “prima Regione” (1970-1992)

Paolo FeltrinASC5, Studi & ricercheLascia un commento

La costruzione delle Regioni, a partire dal loro primo insediamento nel 1970 fino alla crisi del sistema politico veneto nel 1992, fu l’ultimo grande lascito della classe dirigente democristiana, specie in regioni come il Veneto dove la Dc era sempre stata egemone fin dal secondo dopoguerra. Il saggio analizza le ragioni interne ed esterne della debolezza intrinseca di questo partito, … Continua a leggere

Paolo FeltrinUna storia ancora da scrivere: i democristiani veneti nella “prima Regione” (1970-1992)

Gli autori degli affreschi di palazzo Gabrieli a San Polo di Piave

Giovanni TomasiASC5, ComunicazioniLascia un commento

Il cinquecentesco palazzo già Gabrieli e oggi Andreetta a San Polo di Piave presenta una rara facciata tutta affrescata, quasi completa e in buono stato. Questi notevoli dipinti di gusto rinascimentale furono eseguiti dal pittore Iacobo da Conegliano nel 1552, come si evince da una lunga causa giudiziale che si svolse a Conegliano. A maggior comprensione della figura del pittore … Continua a leggere

Giovanni TomasiGli autori degli affreschi di palazzo Gabrieli a San Polo di Piave

Girolamo Denti e la pala di Ceneda: un nuovo documento

Massimo Della GiustinaASC5, ComunicazioniLascia un commento

denti

La Madonna con San Rocco e San Sebastiano ed il commitente Bonetto Sarcinelli fu attribuita, quasi quarant’anni fa, da Giorgio Fossaluzza al pittore Girolamo Denti. Un nuovo documento, noto da una copia proveniente dagli archivi patavini, permette di confermare quanto affermato dal Fossaluzza e offre una più precisa datazione per la sua esecuzione.

Massimo Della GiustinaGirolamo Denti e la pala di Ceneda: un nuovo documento

Serravalle 1169

Massimo Della GiustinaASC5, BreviLascia un commento

Una pergamena proveniente dal fondo dell’Abbazia di Follina offre a Massimo Della Giustina l’occasione per proporre alcune riflessioni sul Cenedese, il ruolo dei Caminesi e la struttura di potere che attorno a questa famiglia faceva perno.

Massimo Della GiustinaSerravalle 1169

Ragguagli sulla presenza del pittore Giuseppe Moretto nel Cenedese (1582-1620)

Stefano AloisiASC 4, ComunicazioniLascia un commento

Giuseppe Moretto per la chiesa di Santa Cecilia a Val di Montaner

Rilevante e documentata fu la presenza del pittore Giuseppe Moretto, genero e allievo di Pomponio Amalteo, nel Cenedese. Tra Piave e Livenza il pittore friulano fu attivo dagli anni Ottanta del sedicesimo secolo al primo ventennio del seguente. Questa significativa presenza fu certamente favorita dall’insediamento della nobile famiglia friulana degli Altan al Murazzo, località prossima a Cordignano e oggi identificabile … Continua a leggere

Stefano AloisiRagguagli sulla presenza del pittore Giuseppe Moretto nel Cenedese (1582-1620)

La macchina infinita: l’Idea del Theatro di Giulio Camillo

Vanni VeronesiASC 4, Studi & ricercheLascia un commento

Il Theatro di Giulio Camillo nel disegno di Athaniasius Kirchner

Per alcuni un genio, per altri un ciarlatano, Giulio Camillo rappresenta il canto del cigno di un Umanesimo onnivoro e spregiudicato, prima dei silenzi imposti dalla Controriforma. La sua opera più importante, L’Idea del Theatro, è uno spaccato su un mondo che la modernità illuministica e positivista ha cancellato dal nostro orizzonte culturale, ma che oggi si rivela di straordinario … Continua a leggere

Vanni VeronesiLa macchina infinita: l’Idea del Theatro di Giulio Camillo

La cappella di palazzo Minucci De Carlo

Francesca CostaperariaASC 4, ComunicazioniLascia un commento

La chiesa di Santa Croce di Palazzo Minucci De Carlo

Attraverso documenti inediti vengono ripercorsi alcuni passaggi della storia della chiesa della Santa Croce, cappella di Palazzo Minucci De Carlo, e tramite essa delle famiglie, della comunità e dell’abitato di Serravalle. Citata già nel testamento di Minaccio Minucci, figura in un Breve Apostolico del 1723 custodito presso l’Archivio Segreto Vaticano e nelle richieste di Ossalco Minucci, di Giovanni Antonio Sanfior … Continua a leggere

Francesca CostaperariaLa cappella di palazzo Minucci De Carlo

L’altra vita di Marco Forcellini: dalla Venezia dei dogi al legame con i conti di Collalto

Roberto TomassoniASC 4, Studi & ricercheLascia un commento

L’attenzione sino ad ora riservata all’erudizione letteraria ha forse posto in ombra le profonde competenze che Marco Forcellini seppe acquisire nello studio del diritto, conoscenze che egli poté mettere in pratica a partire dal 1753, allorché venne chiamato in qualità di vicario e luogotenente generale alla corte della famiglia Collalto. Raggiunse l’apice della sua carriera giuridica negli anni seguenti, quando … Continua a leggere

Roberto TomassoniL’altra vita di Marco Forcellini: dalla Venezia dei dogi al legame con i conti di Collalto

Note sul mercato franco del Campardo

Luisa BotteonASC 4, BreviLascia un commento

L’antico mercato del Campardo fino alla metà del XVII secolo si svolgeva nei pressi della chiesa di San Bernardino a San Fior di Sopra, sotto la Podesteria di Serravalle. Mancando ormai una sede fissa per il mercato, nel 1652 viene stabilita dal Podestà che vi fa pure erigere una colonna con gli stemmi di San Marco e della Podesteria. Le … Continua a leggere

Luisa BotteonNote sul mercato franco del Campardo

Da Ponte, l’America e il “buon selvaggio”

Ermanno Malaspina - Mattia Calcagno - Alberto CrottoASC 4, Studi & ricercheLascia un commento

L’Accademia Poetica del 1776 costituisce, come è noto, un punto di svolta nella vita di Da Ponte, per le tesi roussovianamente innovative che il Poeta vi sostiene per la prima e ultima volta. I Carmi latini che la punteggiano (I, V, VIII, XI) sono stati comparativamente meno studiati e godono in generale di una valutazione ingenerosa, come componimenti d’apparato e … Continua a leggere

Ermanno Malaspina - Mattia Calcagno - Alberto CrottoDa Ponte, l’America e il “buon selvaggio”