La cappella di palazzo Minucci De Carlo

Francesca CostaperariaASC 4, ComunicazioniLascia un commento

La chiesa di Santa Croce di Palazzo Minucci De Carlo

Attraverso documenti inediti vengono ripercorsi alcuni passaggi della storia della chiesa della Santa Croce, cappella di Palazzo Minucci De Carlo, e tramite essa delle famiglie, della comunità e dell’abitato di Serravalle. Citata già nel testamento di Minaccio Minucci, figura in un Breve Apostolico del 1723 custodito presso l’Archivio Segreto Vaticano e nelle richieste di Ossalco Minucci, di Giovanni Antonio Sanfior Celsi e di Marina Minucci conservate presso l’Archivio Diocesano di Vittorio Veneto. La chiesa ricorre inoltre costantemente nelle relazioni delle varie visite pastorali dei Vescovi di Ceneda, prima con l’intitolazione a San Francesco poi con quella della Santa Croce, com’è appunto chiamata tuttora. Tali documenti forniscono dunque nuove ed interessanti informazioni sulla cappella e sul suo contesto.

 

Condividi

L'autore
Francesca Costaperaria

Francesca Costaperaria

Francesca Costaperaria, nata a Vittorio Veneto dove tuttora risiede, ha studiato musica, diplomandosi in chitarra classica presso il Conservatorio “Felice Evaristo Dall’Abaco” di Verona nel 1994, e storia dell’arte, laureandosi in Conservazione dei Beni Culturali presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Udine nel 1996 e conseguendo il diploma della Scuola di Specializzazione in Storia dell’Arte presso la stessa Università nel 2000. Ha svolto attività d’insegnamento, si è occupata di didattica museale, ha collaborato con diversi enti per corsi, ricerche e pubblicazioni di carattere storico artistico. Attualmente è conservatore dei musei civici d'arte presso il Comune di Vittorio Veneto e collabora con la Fondazione Minucci in qualità di curatrice di Palazzo Minucci De Carlo.

Francesca CostaperariaLa cappella di palazzo Minucci De Carlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *