Per un riconoscimento dei dossali lignei dell’abbazia di Follina

Silvia BevilacquaASC 2, Brevi1 Commento

Dossale ligneo dell'abbazia di Follina (particolare)

Per ciò che riguarda le opere d’arte attualmente presenti nell’abbazia follinese, si nota una lacuna relativa agli autori del dossale dell’altare maggiore, uno degli elementi simbolici e volumetrici più rilevanti nel sobrio interno della chiesa. Si tratta di un elemento ligneo che racchiude la venerata immagine della Madonna con Bambino, elemento lapideo materialmente e stilisticamente estraneo alla tradizione artistica locale che è stato oggetto di interessanti ipotesi in merito alla sua origine nubiana e alla datazione all’età giustinianea.
Il dossale venne realizzato in diverse fasi esecutive a partire dal 1921 e si inserisce negli importanti lavori di ripristino dell’intero complesso abbaziale che si avviarono alla conclusione della Prima guerra mondiale.

Condividi

L'autore

Silvia Bevilacqua

Vittoriese, laureata in Conservazione dei Beni Culturali con una tesi sul Monumento Caminese. Nel 2000 fonda con alcune colleghe l’associazione culturale sintesi&cultura e con questo gruppo tutto femminile si è a lungo occupata della gestione dei servizi dei musei civici vittoriesi avviandone anche le attività didattiche. È membro della Commissione d’Arte Sacra della Diocesi di Vittorio Veneto e collabora con enti e gruppi per attività divulgative a carattere storico artistico. È docente di ruolo di Storia dell’Arte presso il Liceo Classico e Lingusitico statale “A. Scarpa” di Oderzo.

Silvia BevilacquaPer un riconoscimento dei dossali lignei dell’abbazia di Follina

Un commento su “Per un riconoscimento dei dossali lignei dell’abbazia di Follina”

  1. Maria Terezinha Stuani Pauletti

    Sono brasiliana, descendente de italiani. Mi piache molto coghocere L’arte della Madonna di Follina. Quà in Brasil, Rio Grande do Sul, Flores da Cunha ( Nuova Trento) gavemo una chieseta della Madonna di Folina. La ze stata portada co la migracione italiana em 1875. Volemo ricevere la storia de questa devozione. Scuza, parche non sapia bem scrivere il italiano.
    Maria Terezinha Stuani Pauletti (mariatspauletti@hotmail.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *