Il ripostiglio monetale di Serravalle (secoli XIV-XV)

Serena Fasano - Andrea SaccocciASC 3, Studi & ricercheLascia un commento

Moneta

Nel contributo viene illustrato il tesoretto monetale di epoca medievale appartenente a una vecchia collezione e rinvenuto, secondo le dichiarazioni dei proprietari, a Serravalle agli inizi del ‘900.
Esso appare costituito da 185 esemplari, appartenenti sia alla moneta piccola (denari) sia a quella grossa (grossi e pegioni), in gran parte delle zecche di Aquileia, Padova e Venezia. Poche le monete di altre zecche italiane (come Milano, Pavia, Verona, Merano, Treviso e Ferrara) o straniere (Vienna, Ratisbona, Ingolstadt o Schongau, Meissen, Berna). L’analisi, soprattutto attraverso il confronto con lo sviluppo monetario dell’area veneta testimoniato da altri ripostigli, ha condotto alla conclusione che le monete raccolte in questo ripostiglio erano quelle demonetizzate dalla Repubblica di Venezia in seguito alla conquista della terraferma fra il 1405 e il 1420, e quindi tesaurizzate come metallo a peso, non come valute circolanti.
Nelle note di aggiornamento vengono anche discusse le conseguenze di ordine cronologico di tale conclusione.

Condividi

L'autore
Serena Fasano - Andrea Saccocci

Serena Fasano - Andrea Saccocci

Serena Fasano è nata a Vittorio Veneto, dove vive e lavora. Si è laureata nel febbraio 2003 in Conservazione dei Beni Culturali presso l’Università degli Studi di Udine, discutendo la tesi oggetto di questa pubblicazione. Andrea Saccocci, nato nel 1953 a Monte San Savino (Arezzo), dal 1992 insegna Numismatica presso l’Università di Udine. Nel 2006 è stato nominato Vice-direttore della «Rivista Italiana di Numismatica». Le sue pubblicazioni sono principalmente dedicate alla numismatica medievale e moderna italiana, con particolare riferimento alle zecche e alla circolazione monetaria nell'Italia settentrionale dall'VIII al XVI secolo.

Serena Fasano - Andrea SaccocciIl ripostiglio monetale di Serravalle (secoli XIV-XV)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *