Ragguagli sulla presenza del pittore Giuseppe Moretto nel Cenedese (1582-1620)

Stefano AloisiASC 4, ComunicazioniLascia un commento

Giuseppe Moretto per la chiesa di Santa Cecilia a Val di Montaner

Rilevante e documentata fu la presenza del pittore Giuseppe Moretto, genero e allievo di Pomponio Amalteo, nel Cenedese. Tra Piave e Livenza il pittore friulano fu attivo dagli anni Ottanta del sedicesimo secolo al primo ventennio del seguente. Questa significativa presenza fu certamente favorita dall’insediamento della nobile famiglia friulana degli Altan al Murazzo, località prossima a Cordignano e oggi identificabile con Villa di Villa. Attorno al 1540 l’umanista Antonio Altan istituì in loco un raffinato cenacolo, ma fu più tardi, nel periodo trascorso al Murazzo dal nipote di Antonio, Baldassarre Altan, che Giuseppe Moretto, godendo della protezione del nobile friulano, poté assolvere a varie commesse nel territorio cenedese. Il pittore portò infatti a compimento tele e affreschi a Val di Montaner, Pinidello, Motta di Licenza, Campomolino, San Martino di Colle Umberto, Osigo e Godega di Sant’Urbano, lasciando tangibile traccia in questi luoghi di una dignitosa ma chiara osservanza pordenoniana e amalteiana e fornendo forse, col suo operare, l’abbrevio a Silvestro Arnosti di Ceneda.

 

Condividi

L'autore
Avatar

Stefano Aloisi

Stefano Aloisi è nato a Roma, risiede a Castions di Zoppola (PN). Studioso di arte antica e moderna, con predilezione per la pittura veneta barocca alla quale ha dedicato diversi saggi. Giornalista Pubblicista, dal 1992 al 2000 ha collaborato con il quotidiano «Messaggero Veneto». È stato Direttore Responsabile di «Territori e Contesti d’Arte», Periodico Internazionale di Relazioni Culturali e Studi di Storia dell’Arte. Suoi articoli e contributi sono stati pubblicati su vari periodici tra i quali: «Arte In», «Acta historiae artis Slovenica», «Territori e Contesti d’Arte», «Studi Goriziani», «Atti dell’Accademia San Marco di Pordenone», «Arte in Friuli Arte a Trieste», «Vultus Ecclesiae», «Archivio Storico Cenedese» e «Il Santo». Dal 2002 al 2010 è stato Direttore Artistico della Galleria Civica d’Arte di Zoppola.

Stefano AloisiRagguagli sulla presenza del pittore Giuseppe Moretto nel Cenedese (1582-1620)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *