Cenni sui beni comunali della comunità di Lago nel corso del ‘600

Roberto BragaggiaASC 3, ComunicazioniLascia un commento

LagoIl breve articolo cerca di indagare attraverso l’uso dei beni comunali la vita politica e sociale della piccola comunità di Lago nel corso del’600. Un territorio importante, di confine, posto tra le Prealpi trevigiane e bellunesi, le cui risorse naturali furono al centro di lunghe contese con le comunità viciniori e all’interno della stessa. Una lettura nella quale lo sguardo rivolto al locale e ai luoghi permette di intravvedere le numerose relazioni e reti di reciprocità con i centri vicini e con lo Stato in una dimensione sempre più integrata. Si tratta di note, poiché condotte perlopiù sugli archivi centrali. Andrebbero effettuate ricerche più approfondite negli archivi locali. Tuttavia, dai conflitti che verranno raccontati è possibile accennare alle modalità di costruzione di un paesaggio, alla sua memoria, ai suoi segni materiali e ai confini, ascoltando la voce dei protagonisti.

Condividi

L'autore
Roberto Bragaggia

Roberto Bragaggia

Roberto Bragaggia (Venezia, 1975) è Dottore di ricerca in Storia presso l’Università di Padova. I suoi interessi di studi e le sue pubblicazioni si muovono attorno al tema storiografico dello stato giurisdizionale veneziano tra '500 e '600, occupandosi principalmente di comprendere quale ruolo politico ebbero le comunità di villaggio della Repubblica di Venezia (soprattutto quelle bellunesi) nei processi di territorializzazione del potere. Attualmente lavora come operatore bibliotecario presso le biblioteche del comune di Mira.

Roberto BragaggiaCenni sui beni comunali della comunità di Lago nel corso del ‘600

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *